Serie A

Luca Cordero di Montezemolo contento del Bologna in Champions, “i Saputo sono imprenditori seri”

Scritto da Adriano Piscopo, 24 Aprile 2024 - Tempo di lettura: 3 minuti

Montezemolo esalta il gioco, il presidente e l'organizzazione del Bologna, che sta per guadagnarsi il posto in Champions League.

Nel corso di un’intervista concessa al Corriere di Bologna, Luca Cordero di Montezemolo ha espresso il suo apprezzamento per il momento positivo che sta attraversando il Bologna sotto la guida di Thiago Motta. Nel corso dell’intervista ha sottolineato l’importanza del periodo trascorso con Giuseppe Gazzoni, ricordandolo come un momento di grande splendore per la città. Questo periodo segnò il ritorno della squadra ai vertici del calcio italiano, con l’arrivo di giocatori di alto livello che restituirono al Bologna la dignità e il prestigio che merita.

Montezemolo ha rivelato di aver mantenuto un legame affettivo con la città di Bologna, sottolineando che i tifosi meritano le soddisfazioni attuali.

Montezemolo ha rivelato di aver mantenuto un legame affettivo con la città di Bologna, sottolineando che i tifosi meritano le soddisfazioni attuali.

Parlando del nuovo corso del Bologna sotto la guida dei Saputo, Montezemolo ha elogiato la serietà e il rigore imprenditoriale della famiglia. Ha avuto modo di conoscere personalmente Joey e il padre Lino Saputo, riconoscendoli come persone serie e determinate, prive di intenti puramente spettacolari. Montezemolo ha sottolineato che il successo attuale del Bologna è merito di un lavoro costante e di scelte ponderate da parte della famiglia Saputo. Ha ricordato con piacere un aneddoto legato al playoff del 2015 contro il Pescara, evidenziando la fiducia di Joey Saputo nel raggiungimento degli obiettivi sportivi.

Quando c’è un progetto serio, i risultati si vedono: parola di Montezemolo

Il discorso di Montezemolo si è poi spostato sul contesto sociale in cui si inserisce il Bologna FC. Ha evidenziato la presenza di imprenditori e aziende di primissimo piano nella città di Bologna e nella regione Emilia-Romagna, sottolineando le notevoli capacità attrattive del territorio. Montezemolo ha lodato le scelte fatte dalla società rossoblù, a partire dalla nomina dell’allenatore, ritenendo che siano state fatte delle scelte oculate e lungimiranti che potrebbero portare a ulteriori successi sportivi e non solo.

L’intervista di Luca Cordero di Montezemolo riflette un giudizio positivo sul presente e sul futuro del Bologna FC, evidenziando il lavoro svolto dalla famiglia Saputo e l’importanza del tessuto sociale e imprenditoriale della città e della regione circostante.

Prima della conclusione del campionato, Luca Cordero di Montezemolo ha annunciato il suo ritorno da spettatore allo stadio Dall’Ara, confermando un impegno preso con un “amico”. Nonostante la vasta esperienza imprenditoriale di Montezemolo, che include anche il ruolo di presidente onorario del Bologna Calcio, attualmente si presenta come un appassionato tifoso del club, elogiando con entusiasmo anche l’operato della dirigenza, l’approccio di Thiago Motta e le prestazioni dei singoli giocatori.

Dopo la recente vittoria ottenuta contro la Roma all’Olimpico, Montezemolo ha espresso la sua soddisfazione, sottolineando la gioia e il buon umore che la squadra gli trasmette. Pur riconoscendo l’importanza delle vittorie, Montezemolo ha evidenziato anche l’importanza di comprendere il modo in cui vengono ottenuti i risultati. La squadra sta superando le aspettative, mostrando un comportamento esemplare da parte della società, dello staff tecnico, dei giocatori e dei tifosi, di cui Montezemolo si dice orgoglioso.

Parlando ancora della famiglia Saputo, Montezemolo ha ribadito la sua stima riconoscendola come gruppo di imprenditori seri e determinati. Ricordando il playoff del 2015 contro il Pescara, Montezemolo ha evidenziato la fiducia di Joey Saputo nel successo della squadra. Ha inoltre ipotizzato quanto sarebbe piaciuto al precedente presidente Gazzoni l’attuale momento del Bologna, considerando il suo ruolo storico nel riportare il club al successo internazionale, esattamente come sta facendo ora la famiglia Saputo.