Formula 1

La nuova stagione di Formula 1 del 2024 è appena iniziata: ecco le date ed i Gran Premi

Scritto da Francesco Andriani, 21 Febbraio 2024 - Tempo di lettura: 3 minuti

L'apertura dei test su pista dal 21 al 23 febbraio segna l'inizio della nuova stagione di Formula 1. Attesa per il debutto della nuova Ferrari 2024.

Un evento che segna l’inizio ufficiale della nuova stagione di Formula 1, fornendo un’importante anteprima sulle prestazioni delle vetture e l’atteggiamento delle scuderie di fronte alle sfide imminenti. È giunto il momento di passare all’azione. In attesa dell’inizio ufficiale del Campionato Mondiale di Formula 1, previsto per il prossimo 2 marzo (in modo insolito di sabato) con il Gran Premio del Bahrain, questa settimana sul circuito di Sakhir si tiene il primo appuntamento delle monoposto del 2024. In Italia, l’evento è programmato dalle 8 del mattino alle 17 del pomeriggio di mercoledì 21, giovedì 22 e venerdì 23 febbraio. Considerando la pausa pranzo a mezzogiorno, avremo le vetture in pista per un totale di 24 ore di test collettivi. Se confrontato con gli anni passati, quando i giorni di prove precampionato erano almeno sei, questo tempo potrebbe sembrare limitato, ma è comunque sufficiente per avere un’idea generale della competitività tra i dieci team partecipanti.

La programmazione dei test prevede tre giorni intensi di attività in pista, con due sessioni di quattro ore ciascuna, suddivise tra il mattino e il pomeriggio. L’orario di inizio sarà fissato alle 10:00 e la chiusura alle 19:00, rispettando il fuso orario locale, che corrisponde alle 8:00 – 17:00 in Italia. La suddivisione della giornata in due blocchi consentirà ai team di effettuare le opportune valutazioni e modifiche tra una sessione e l’altra, con un’ora di pausa dedicata.

Le trasmissioni televisive degli eventi saranno accessibili agli appassionati italiani grazie alla copertura fornita da Sky. L’intero evento sarà trasmesso in diretta sul canale 207, dedicato alla Formula 1, oltre a essere disponibile in streaming sull’applicazione Sky Go. Inoltre, le sessioni mattutine saranno accessibili anche sul canale YouTube di Sky Sport Italia, offrendo un’opportunità aggiuntiva per seguire da vicino le evoluzioni delle vetture e l’operato dei piloti.

Questi test pre-stagionali rappresentano un momento cruciale per le scuderie, poiché offrono l’opportunità di testare e ottimizzare le prestazioni delle nuove vetture, nonché di valutare le strategie da adottare in vista della stagione agonistica. Data la competitività sempre crescente del campionato, ogni minimo dettaglio può fare la differenza tra il successo e la sconfitta.

Il Bahrain è stato scelto come sede per i test pre-stagionali non solo per le sue moderne strutture, ma anche per le condizioni climatiche che offre, ideali per testare le vetture in varie condizioni. Le temperature miti e la stabilità atmosferica consentono ai team di raccogliere dati significativi e di affinare le regolazioni delle vetture in un contesto affidabile e controllato.

Guida alla nuova SF-24

La SF-24, la nuova monoposto della Ferrari, ha già fatto la sua prima apparizione. Charles Leclerc ha testato la vettura durante il Filming Day, ma l’attenzione è ora rivolta alla prima sessione di test ufficiali, che sono iniziati stamattina.

I tempi sul giro e le classifiche di fine giornata non devono essere sovrastimati. Le squadre svolgono programmi di lavoro differenti, influenzando la sfida con il cronometro con vari fattori come il carico di benzina, le impostazioni del motore, il tipo di pneumatici e le istruzioni dei box. La temperatura e le condizioni della pista durante il giorno possono anche influenzare significativamente le prestazioni delle vetture.

Le simulazioni di gara emergono come un indicatore più affidabile delle prestazioni in pista. Nel secondo e terzo giorno di test, i team testano il comportamento delle loro monoposto sulla durata di una gara, simulando pit-stop e partenze. Questo fornisce informazioni più concrete sulle prestazioni delle vetture durante le condizioni di gara effettive, con carichi di benzina simili e motori spremuti a limiti vicini a quelli utilizzati in gara.

Le prove degli anni precedenti mostrano che i tempi dei test invernali possono essere fuorvianti. Mentre talvolta è difficile predire il vincitore del campionato, è più semplice identificare le squadre che potrebbero incontrare difficoltà. Le ritualità delle prove, come la raccolta di dati, l’uso di vernici fluorescenti e rastrelli per valutare i flussi d’aria, e le prove degli assetti, sono ormai consuete per gli appassionati.

Calendario Gran Premi 2024

  1. 2 marzo – Bahrain
  2. 9 marzo – Arabia Saudita
  3. 24 marzo – Australia
  4. 7 aprile – Giappone
  5. 21 aprile – Cina – Sprint Race
  6. 5 maggio – Miami – Sprint Race
  7. 19 maggio – Emilia Romagna
  8. 26 maggio – Monaco
  9. 9 giugno – Canada
  10. 23 giugno – Spagna
  11. 30 giugno – Austria – Sprint Race
  12. 7 luglio – Gran Bretagna
  13. 21 luglio – Ungheria
  14. 28 luglio – Belgio
  15. 25 agosto – Olanda
  16. 1 settembre – Italia
  17. 15 settembre – Azerbaigian
  18. 22 settembre – Singapore
  19. 20 ottobre – Usa – Sprint Race
  20. 27 ottobre – Messico
  21. 3 novembre – Brasile – Sprint Race
  22. 23 novembre – Las Vegas
  23. 1 dicembre – Qatar – Sprint Race
  24. 8 dicembre – Abu Dhabi